In un apparente tentativo di attentato in Germania, quattro uomini, presumibilmente affiliati a Hamas, sono stati arrestati mentre pianificavano un attacco a istituzioni ebraiche. La Procura generale federale tedesca ha preso in carico le indagini. I sospettati stavano recuperando armi da un deposito sotterraneo per portarle a Berlino, ma al momento dell’arresto, non c’era un piano concreto per l’attacco. Gli uomini sono accusati di appartenenza a un’organizzazione terroristica e di cercare un deposito di armi di Hamas. Le armi dovevano essere utilizzate in “potenziali attacchi terroristici contro istituzioni ebraiche in Europa”. Si ritiene che gli ordini provenissero da Hamas in Libano.

In un’operazione congiunta tra la polizia danese e quella olandese, quattro persone sono state arrestate in Danimarca e una nei Paesi Bassi, sospettate di preparare un attacco terroristico in Danimarca. La polizia danese non fornisce dettagli per non compromettere le indagini, ma ha menzionato collegamenti con l’ambiente delle gang criminali, in particolare con LTF (Loyal To Familia).

Il Mossad ha ringraziato la Danimarca per gli arresti, affermando che hanno sventato un attentato pianificato da persone legate ad Hamas. Il Mossad sottolinea che Hamas sta cercando di estendere le proprie capacità operative in Europa per colpire obiettivi israeliani, ebraici ed occidentali. Gli arresti hanno permesso di smascherare una vasta infrastruttura di Hamas.