La causa del guasto che ha mandato in tilt ieri il traffico aereo Usa era un file danneggiato nel sistema Notam, che serve a inviare allerte sulla sicurezza ai piloti, e nel suo backup.

A riferirlo la Cnn, citando proprie fonti. I dirigenti della Federal Aviation Administration (Faa) hanno quindi deciso di riavviare il sistema all’alba di mercoledì, prima che il traffico aereo diventasse intenso, dato che l’operazione richiede in genere 90 minuti. Il sistema si è ripristinato ma in modo incompleto e con tempi superiori al previsto, costringendo la Faa a sospendere tutti i voli per alcune ore, fino alle 9.00 del mattino, le 15.00 in Italia. Oltre 4.600 i voli che sono stati colpiti da ritardi a causa dello stop. Il presidente Joe Biden ha chiesto “un’indagine completa sulle cause”. In Italia i voli intercontinentali da e per gli Stati Uniti non sono stati colpiti dall’effetto del guasto elettronico.