Una tragica escursione organizzata dalla fondazione Anffas “Doniamo Sorrisi” di Palazzolo Acreide, in provincia di Siracusa, ha portato alla morte di un bambino di 10 anni. Il piccolo, durante la gita, è salito sulla copertura di un pozzo artesiano che ha ceduto sotto il suo peso, facendolo precipitare in acqua da un’altezza di almeno sette metri. I vigili del fuoco, intervenuti sul posto, hanno recuperato il corpo senza vita del bambino.

L’educatrice della fondazione, una donna di 54 anni, ha tentato di soccorrere il bambino scendendo nel pozzo, ma è scivolata, riportando alcune contusioni e venendo ricoverata all’ospedale di Siracusa. Secondo le prime ricostruzioni, il bambino avrebbe iniziato a saltare sulla copertura del pozzo, che ha ceduto sotto il suo peso.

La procura di Siracusa ha aperto un’indagine per omicidio colposo, sequestrando l’area e delegando l’inchiesta ai carabinieri. Il comandante dei vigili del fuoco di Siracusa, Ugo Macchiarella, ha riferito che, nonostante gli sforzi, il bambino è stato trovato già privo di vita. Per il lutto, sono state sospese le celebrazioni in onore del patrono del paese, San Paolo.

Dramma a Montemarano: bambino muore schiacciato da un tavolo di ferro
Un’altra tragedia ha colpito la comunità di Montemarano, in provincia di Avellino, dove Domenico, un bambino di sette anni, è morto schiacciato da un pesante tavolo di ferro nel giardino di casa. Il tavolo, probabilmente in piedi e appoggiato al muro, è caduto per cause ancora da chiarire, colpendo il bambino alla testa e uccidendolo sul colpo.

Il sindaco di Montemarano, Beniamino Palmieri, ha espresso il profondo dolore della comunità e ha proclamato il lutto cittadino per il giorno dei funerali.