L’Italia ha registrato un record di trapianti d’organo nel 2023, con oltre 4.000 interventi effettuati grazie a circa 2.000 donazioni. Tuttavia, il numero dei pazienti in attesa di un trapianto supera gli 8.000, e la mancanza di donazioni rimane un problema significativo.

La ventisettesima Giornata nazionale per la donazione di organi e tessuti, che si celebra il 14 aprile, ha l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini sull’importanza della donazione. Il messaggio “Dichiara il tuo Sì in Comune” ricorda che il consenso alla donazione può essere espresso durante il rinnovo della carta d’identità.

Il ministro della Salute, Orazio Schillaci, sottolinea che donare gli organi è una scelta di vita che può salvare vite. Nonostante il progresso nella ricerca e nell’innovazione dei trapianti, la disponibilità di organi non è ancora sufficiente ad assicurare il trapianto a tutti i pazienti in lista d’attesa.

Una campagna di sensibilizzazione promossa dal ministero della Salute e dal Centro nazionale trapianti mira a informare i cittadini sul processo di donazione. Questa iniziativa prevede la distribuzione di materiale informativo presso gli uffici anagrafe dei comuni, consentendo ai cittadini di prendere decisioni consapevoli durante il rinnovo della carta d’identità.

Nonostante il progresso, molti cittadini restano incerti sulla donazione. Il ministro Schillaci sottolinea che senza il consenso alla donazione, anche il sistema trapianti più avanzato tecnologicamente non potrebbe funzionare. Si prevede che la campagna di sensibilizzazione raggiungerà un vasto pubblico, incoraggiando più persone a dichiarare il proprio consenso alla donazione.