Trenitalia ha annunciato la sospensione delle nuove regole riguardanti il trasporto di bagagli, bici e monopattini sulle Frecce, che dovevano entrare in vigore il primo marzo. La decisione è stata presa in seguito alle critiche delle associazioni dei consumatori, che hanno sollevato dubbi sulla coerenza delle nuove norme con l’obiettivo di promuovere un trasporto sostenibile e integrato.

Il nuovo regolamento, che avrebbe interessato passeggeri di Frecciabianca, Frecciargento e Frecciarossa, prevedeva la possibilità di trasportare gratuitamente due bagagli con dimensioni variabili a seconda della classe di viaggio. Tuttavia, sono state sospese anche le disposizioni riguardanti il trasporto di biciclette e monopattini, che dovevano essere smontati o riposti in sacche di dimensioni specifiche.

Le associazioni dei consumatori hanno accolto positivamente la decisione di Trenitalia di sospendere le nuove regole, definendola una vittoria per i consumatori. Massimiliano Dona dell’Unione Consumatori ha rinunciato alle segnalazioni all’Antitrust e all’Autorità dei Trasporti, sottolineando l’importanza di un dialogo costruttivo tra l’azienda e i consumatori. Anche il Codacons ha elogiato la scelta di Trenitalia di confrontarsi con le associazioni prima di introdurre norme così rigide, ritenendo alcuni limiti incompatibili con il servizio ferroviario offerto.

L’azienda si è impegnata a discutere le nuove norme con le associazioni dei consumatori in un incontro previsto per il 6 marzo. Il presidente di Assoutenti, Gabriele Melluso, ha commentato positivamente la decisione di Trenitalia, sottolineando l’importanza di collaborare per migliorare le regole nel migliore interesse dei passeggeri e dei pendolari.