Alla vigilia del primo dibattito presidenziale televisivo sulla CNN, un sondaggio del New York Times/Siena College mostra Donald Trump in vantaggio su Joe Biden di quattro punti percentuali (48% contro 44%). Questo segna un cambiamento significativo rispetto alla rilevazione di aprile, dove i due candidati erano testa a testa.

Il sondaggio, condotto dopo la condanna di Trump nel caso della pornostar, ha rivelato che il 19% degli elettori registrati è meno propenso a votare per lui a causa del verdetto, mentre l’11% è più propenso a sostenerlo e il 68% afferma che non farà alcuna differenza. Inoltre, il 46% degli elettori registrati approva il verdetto contro il 30% che lo disapprova.

Il 55% dei probabili elettori ritiene che Trump abbia commesso crimini gravi, mentre il 39% non è d’accordo. Nonostante ciò, la raccolta fondi per la campagna di Trump ha mostrato un crescente sostegno, con 116,6 milioni di dollari in banca alla fine di maggio, rispetto ai 91,6 milioni di dollari di Biden. La campagna di Biden ha avuto la sua giornata più fruttuosa di raccolta fondi online il giorno dopo la condanna di Trump, raccogliendo 8,1 milioni di dollari il 31 maggio.

Poche ore prima del dibattito televisivo con Biden, Trump ha dichiarato sul suo social Truth: “Joe Biden è una minaccia per la democrazia e una minaccia per la sopravvivenza e l’esistenza del nostro stesso Paese”.