“Sono pienamente soddisfatto dell’approvazione unanime da parte del Consiglio regionale della mozione presentata dal consigliere Alessio D’Amato e sottoscritta da tutti i gruppi politici, rivolta a garantire livelli salariali adeguati per i lavoratori nei contratti di appalto della Regione Lazio. Troppo spesso infatti queste persone che si occupano di servizi e forniture verso la pubblica amministrazione si trovano decurtate le proprie retribuzioni, appalto dopo appalto, con gravissime ripercussioni di carattere economico. Ho posto l’accento durante la discussione sugli operatori che lavorano soprattutto a supporto del comparto della sanità, ed in special modo su quelli impiegati nei centralini, e che nel recente passato sono stati fortemente penalizzati a causa di appalti che hanno puntato unicamente sulla logica del risparmio economico, non tenendo minimamente conto della necessità di coniugare le esigenze di contenimento dei costi con la difesa della dignità del lavoro. Sono contento che sia stata raggiunta in Aula l’unanimità su questa mozione perché abbiamo mostrato all’esterno una grande unità sul tema della tutela dei lavoratori e della sicurezza delle tante famiglie che purtroppo vivono da anni situazioni di forte precarietà e di grande incertezza economica. Oggi, tutti insieme, abbiamo lanciato un importante segnale”.

Così il capogruppo di Fratelli d’Italia alla Regione Lazio Daniele Sabatini.