Un drone ucraino ha attaccato un aeroporto militare nella regione russa di Saratov. Tre persone sono morte. “Il veicolo aereo senza pilota ucraino si stava avvicinando all’aeroporto di Engels a bassa quota-  si legge in un comunicato citato dall’agenzia Tass- Tre membri del servizio tecnico russo all’aeroporto hanno subito ferite mortali a causa della caduta di frammenti di drone”.

Per la seconda volta nella giornata di Natale è suonato l’allarme aereo in tutta l’Ucraina, con le sirene hanno iniziato a suonare nelle regioni di Kiev e Leopoli e poi si sono estese a tutto il resto del Paese. Intanto la  Russia è pronta a negoziare con tutte le parti coinvolte nella guerra in Ucraina secondo quanto affermato dal presidente Vladimir Putin, accusando Kiev e i suoi alleati occidentali di “rifiutarsi” di negoziare. A riportarlo il Guardian.  Ma Kiev replica: “Putin ha bisogno di tornare alla realtà. La Russia ha attaccato da sola l’Ucraina e sta uccidendo i civili. La Russia non vuole negoziati, ma cerca di evitare le sue responsabilità. Questo è ovvio, quindi ci stiamo muovendo verso il Tribunale”. A scriverlo su Twitter il consigliere presidenziale ucraino Mykhailo Podolyak.