Mentre il presidente dell’Ucraina, Volodymyr Zelensky, invita il mondo a scendere in piazza oggi contro la guerra Kiev torna a denunciare l’utilizzo di armi al fosforo da parte della Russia. In particolare, nella regione di Lugansk, nel sud est dell’Ucraina, l’esercito russo continua a bombardare le città anche con bombe al fosforo. Lo scrive su Telegram il capo dell’amministrazione militare regionale di Lugansk, Sergey Gaidai, citato dall’agenzia Unian, sottolineando che ci sono morti e feriti. Brucia anche una foresta vicino alla centrale nucleare di Chernobyl, riferisce il Kyiv Independent.  Il presidente americano Joe Biden, da parte sua, si prepara ad annunciare oggi “nuove sanzioni su figure politiche, oligarchi ed entità russe”. Sanzioni che dovrebbero includere anche misure contro oltre 300 membri della Duma, la Camera bassa del parlamento russo.