Missili russi sull’Ucraina, esplosioni segnalate anche a Kiev e a Leopoli (nell’ovest dell’Ucraina), che si trova lontano dalla linea del fronte, a Kharkiv, (est), Odessa (sud), Sumy (nord-est). Sotto tiro anche l’infrastruttura energetica, con le città che subiscono interruzioni di corrente e hanno problemi al rifornimento idrico.

La difesa antiaerea risponde ai raid. Kiev riferisce di aver abbattuto 54 su 69 missili russi lanciati stamattina sul Paese. Il sindaco della capitale Vitaly Klitschko ha riferito che dopo l’attacco di oggi, il 40% dei residenti di Kiev è senza elettricità. Secondo il sindaco, le forze di difesa aerea ucraine hanno distrutto 15 missili russi sopra Kiev.

Le difese russe hanno distrutto un oggetto non identificato nel distretto di Engels della Regione di Saratov, a 500 chilometri dal confine con l’Ucraina. Lo dichiara il governatore regionale Roman Busargin sul suo canale Telegram, come riporta la Tass.

Il ministro degli Esteri russo Lavrov respinge intanto la formula di pace di Zelensky, ‘un’illusione’ – La Russia non intende parlare con nessuno sulla base della “formula di pace” proposta da Vladimir Zelensky, Kiev non è pronta al dialogo.