“Sta proseguendo la campagna di vaccinazione Covid e pediatrica con una buona adesione rivolta ai profughi provenienti dall’Ucraina e al momento non ci vengono segnalate criticità. Poiché l’Ucraina, inserita dall’OMS tra i paesi ad elevata endemia di tubercolosi (TBC), è stato istituito presso l’Istituto Spallanzani un ambulatorio dedicato alla sorveglianza per la tubercolosi dei migranti e verrà somministrato un apposito questionario di screening con l’obiettivo di ridurre il ritardo diagnostico nella popolazione rifugiata, di prevenire l’acquisizione di farmacoresistenza e di ridurre la trasmissione”. Lo dichiara l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.