Un violento incendio ha danneggiato ieri mattina il ponte sullo stretto di Kerch, che collega la Crimea alla Russia. Le fiamme, che hanno coinvolto un deposito di stoccaggio del carburante, secondo Mosca sarebbero state provocate da un camion-bomba.

E’ stato interrotto il traffico delle auto e quello ferroviario sulla struttura, che è stata inaugurata nel 2018 ed è la più lunga d’Europa. Il presidente russo Putin ha istituito una commissione governativa d’inchiesta per fare luce sull’incidente. Un tweet di Mykhailo Podolyak, consigliere del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, sembra suggerire una responsabilità diretta di Kiev: “Crimea, il ponte, l’inizio. Tutto ciò che è illegale deve essere distrutto”. Il camion bomba esploso sul ponte di Crimea sarebbe stato ispezionato a un check point russo prima di saltare in aria. “L’incrociatore Moskva e il ponte di Kerch – due noti simboli del potere russo nella Crimea ucraina – sono stati abbattuti. Russi, quale sarà il prossimo nella lista?”: lo scrive oggi su Twitter il ministero della Difesa ucraino. Oleksiy Danilov, segretario del Consiglio nazionale per la sicurezza e la difesa dell’Ucraina, ha postato su Twitter il  video dell’incendio e, parallelamente, il video di Marilyn Monroe che intona ‘Buon compleanno’ al presidente Kennedy. Solo due parole nel post: “Buongiorno Ucraina!”. Ma il messaggio sottinteso è quello di un ironico regalo di compleanno a Putin, che quel ponte lo inaugurò. Immediata la reazione di Mosca che ha accusato il regime ucraino di avere una “natura terroristica” ed ha fatto sapere che i lavori di ricostruzione del ponte “cominceranno oggi stesso”.