ll Gardina riporta che il negoziatore ucraino David Arakhamia ha dichiarato che Kiev vuole rafforzare le sue posizioni sul terreno con l’aiuto di nuove forniture di armi dall’Occidente prima di riprendere i colloqui di pace con la Russia. “Le nostre forze armate sono pronte a usare le nuove armi, e poi penso che potremo iniziare un nuovo ciclo di colloqui da una posizione rafforzata”- ha affermato Arakhamia.  L’esercito russo sta rafforzando le posizioni attorno a Sloviansk in vista di una nuova offensiva contro questa città strategica dell’Ucraina orientale, secondo quanto ha reso noto lo stato maggiore di Kiev.  I russi stanno schierando adesso fino a 20 gruppi tattici nella zona.
Il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres, in una dichiarazione alla Cnn, ha rinnovato la sua richiesta di porre fine alle violenze in atto in Ucraina. Guterres ha affermato che le Nazioni Unite sono “impegnate nello sforzo umanitario”, ma che alla fine saranno necessari negoziati e dialogo per risolvere il conflitto.