Le forze di Kiev si sono ritirare da Lysychansk, l’ultimo bastione della resistenza ucraina nel Lugansk, l’oblast che con quello di Donetsk forma la regione orientale del Donbass.  E’ stato il ministro della Difesa di Mosca in persona, Serghei Shoigu, a riferire al presidente Vladimir Putin che le forze russe “hanno conquistato la città di Lysychansk”, e di conseguenza l’intero Lugansk.

“Al fine di proteggere le vite dei difensori ucraini, è stata presa la decisione di ritirarci” – ha scritto lo Stato Maggiore in un comunicato, sottolineando la superiorità in termini di numeri e di equipaggiamento del nemico.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy ieri sera nel suo discorso alla popolazione ha voluto rassicurare il suo popolo annunciando che le truppe ucraine torneranno a Lysychansk grazie alla tattica e alla fornitura di armi moderne.