Secondo quanto riferisce l’intelligence britannica, la Russia  non starebbe di fatto avanzando al sud e a est. Secondo gli 007 britannici, anche a Mariupol si continua a combattere.

Ma Kiev smentisce riferendo che le forze russe hanno conquistato decine di piccoli centri del Donbass. Il presidente ucraino Zelensky continua a lanciare il suo allarme: l’invasione dell’Ucraina “è solo l’inizio” e Mosca ha “progetti di conquistare altri Paesi”. “Tutti i Paesi che, come noi, credono nella vittoria della vita sulla morte, devono combattere al nostro fianco, devono aiutarci perché noi siamo in prima linea. E dopo, a chi toccherà?”.

Intanto a partire da mezzogiorno a Mariupol si tenterà di attivare un corridoio umanitario per evacuare i civili intrappolati nella città martire di Mariupol, secondo quanto dichiarato dal governo ucraino. Il primo ministro ucraino, Denys Shmyhal, parlando in una conferenza stampa a Washington ha riferito che la situazione di Mariupol, sotto costante e incessante bombardamento dei russi, costituisce “la peggiore catastrofe di questo secolo” e la peggiore catastrofe umanitaria dall’invasione russa ed ha aggiunto: “Vedremo le atrocità terribili compiute dai russi quando la città sarà liberata”.