Primi spiragli di apertura di negoziato con Putin.Ma il consigliere alla Sicurezza nazionale della Casa Bianca Jake Sullivan avrebbe suggerito a Zelensky nel recente incontro a Kiev di mostrarsi aperto a possibili trattative, con “richieste realistiche e priorità” da portare ad un eventuale tavolo con i russi, inclusa una “rivalutazione” dell’obiettivo di riguadagnare la Crimea. Per Kiev è difficile intavolare un dialogo con un invasore che si macchia di orrori contro la popolazione e i soldati ucraini: nella regione di Kherson “gli investigatori hanno già documentato più di 400 crimini di guerra russi, sono stati trovati corpi di civili e militari” – ha detto Zelensky. Al vertice “daremo risposte pubbliche a molte domande” e “la nostra posizione sarà presentata in modo molto significativo”- ha assicurato Zelensky, che al summit interverrà virtualmente martedì. Intanto, dopo la liberazione, a Kherson regna una grave situazione umanitaria, secondo le autorità di Kiev. L’allarme aereo ha risuonato in tutta l’Ucraina dopo informazioni sul decollo dalla Bielorussia di un MiG-31K in grado di trasportare missili Kinzhal, e di un altro caccia russo.  Le forze di Kiev hanno rivendicato di aver liberato in una settimana 179 insediamenti sulla riva destra del fiume Dnepr, mentre hanno denunciato che dopo la capitolazione di Kherson, ora gli invasori stanno ammassando truppe a Melitopol, caduta nelle mani dei russi a febbraio.