E’ allarme energia elettrica a Kiev a causa dei bombardamenti russi sulle infrastrutture energetiche. Il sindaco Vitaliy Klitschko non esclude la possibilità di un blackout totale nella capitale ucraina a causa della mancanza di elettricità, riscaldamento, acqua, comunicazioni e invita i residenti a fare scorte di cibo o trasferirsi temporaneamente fuori città.

Secondo il Nyt, la città avrebbe iniziato a pianificare l’evacuazione dei 3 milioni di residenti.  L’ipotesi di un’evacuazione di massa viene però esclusa, almeno per ora. La situazione a Kiev è sotto controllo, e al momento non c’è motivo di considerare un’evacuazione di emergenza della popolazione della capitale ucraina. Lo ha dichiarato il capo del dipartimento di sicurezza municipale presso l’amministrazione statale della città di Kiev, Roman Tkachuk, citato da Ukrinform. Intanto a restare al buio e senz’acqua è Kherson. I russi accusano gli ucraini di avere “danneggiato” con un razzo la diga della centrale idroelettrica di Kakhovka, nella regione di Kherson.