Sale a 35 il numero delle vittime dopo l’attacco missilistico russo contro una base militare vicino a Leopoli. Maksym Kozytskyy ha confermato che la Russia ha lanciato 30 razzi contro il complesso che si trova a circa 25 km dal confine con la Polonia, mentre le prime informazioni parlavano di 8 missili. Secondo quanto annunciato dalle autorità ucraine, un giornalista americano, Brent Renaud, è stato ucciso eun suo collega è stato ferito ad Irpin, nei sobborghi di Kiev, dalle forze russe. Il New York Times,  in un comunicato dopo l’uccisione di Renaud a Irpin, scrive: “Siamo profondamente rattristati dalla morte di Brent Renaud. Brent era un fotografo e un regista di talento che negli anni passati aveva collaborato con noi.  Anche se aveva collaborato con il Nyt in passato (più recentemente nel 2015) non si trovava in missione in Ucraina per il quotidiano. Le prime informazioni riferiscono che lavorava per noi perché è stato trovato con il tesserino del giornale che gli era stato dato per una missione anni fa”. Il Papa ha lanciato un accorato appello all’Angelus nel corso del quale ha dedicato parole importanti contro la guerra in Ucraina.