Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha annunciato il ritorno in Ucraina di dieci civili che erano detenuti in Russia, tra cui due sacerdoti e un funzionario locale. Zelensky ha comunicato la notizia sui social media, esprimendo soddisfazione per il rilascio e il ritorno dei cittadini ucraini.

“Siamo riusciti a riportare indietro altri dieci nostri cittadini dalla prigionia russa,” ha dichiarato Zelensky, sottolineando l’importanza di questo evento. Sebbene Russia e Ucraina scambino regolarmente soldati catturati, il rilascio di civili è un evento raro, rendendo questo scambio particolarmente significativo.