Il Ministero dell’Interno ha annunciato un ulteriore aumento delle misure di sicurezza in una serie di luoghi sensibili, in risposta all’attentato avvenuto a Mosca, dove un gruppo armato ha attaccato una sala da concerti, sparando sugli spettatori.

Particolare attenzione sarà rivolta a luoghi di preghiera, come sinagoghe, ambasciate e nodi principali dei trasporti, tra cui stazioni ferroviarie e aeroporti.

Lunedì mattina, il Ministero dell’Interno terrà una riunione del Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica per analizzare la situazione dopo l’attacco terroristico a Mosca.

Le fonti del Viminale hanno confermato queste misure, evidenziando l’importanza di garantire la sicurezza dei cittadini e prevenire potenziali attacchi terroristici in Italia.