ROMA – «Non si ferma l’impegno della Regione Lazio per il diritto allo studio. Grazie al lavoro del Commissario straordinario DiSCoLazio Giorgio Ciardi, quest’anno i pagamenti delle borse di studio per l’anno accademico 2023/2024 a favore di più di 17 mila studenti sono iniziati già a partire dal 3 luglio, in largo anticipo rispetto allo scorso anno quando erano partiti il 18 luglio. Si tratta di oltre 37 milioni di euro destinati a studenti universitari iscritti ad anni successivi al primo, che hanno comunicato una valida modalità di pagamento e la cui domanda non presentava blocchi amministrativi alla data del 25 giugno. Continuiamo a lavorare per migliorare le condizioni di vita degli studenti universitari del Lazio e di quelli che giungono nella nostra regione dall’Italia e dall’estero». Lo evidenzia Luisa Regimenti, assessore all’Università della Regione Lazio.

«Come comunicato da DiSCoLazio, gli studenti con blocchi amministrativi, indicati nella sezione “Storico esiti/pagamenti”, sono invitati a regolarizzare la loro posizione entro il 5 luglio. DiSCoLazio procederà ad effettuare ulteriori elaborazioni, a partire dal mese di settembre, per coloro che sbloccheranno la domanda successivamente a tale data. Gli studenti residenti presso le Residenze DiSCo riceveranno il saldo a partire da settembre, mentre gli studenti del primo anno riceveranno il saldo a partire da ottobre, dopo le necessarie verifiche sui requisiti di merito, come indicato nel bando “Diritto allo Studio 2023/2024”. Il rimborso della tassa regionale sarà comunicato successivamente nella sezione “storico esiti/pagamenti”. Continueremo ad investire nel diritto allo studio perché significa investire sul futuro dei nostri giovani e del nostro Paese», conclude l’assessore Regimenti.