L’euroconclave ha raggiunto la sua prima tappa con una quadriglia di leader giudicata essenzialmente solida. Ursula von der Leyen, lanciata verso il bis alla Commissione, ha trionfato alle elezioni del PPE. Il socialista portoghese Antonio Costa guiderà il Consiglio, mentre la liberale estone Kaja Kallas assumerà il ruolo di “ministra degli Esteri” dell’UE. La conferma di Roberta Metsola al Parlamento completa il quadro, sebbene possano ancora emergere sorprese dell’ultim’ora.

Durante le discussioni, il premier polacco Donald Tusk ha dichiarato che non è suo compito convincere Giorgia Meloni, poiché la maggioranza è già formata da PPE, liberali e socialisti. D’altra parte, il cancelliere tedesco Olaf Scholz ha sottolineato che il presidente della Commissione non dovrebbe ricevere sostegno dai partiti di destra e populisti. La logica di formare un pacchetto di nomine tiene conto dei voti, dei profili e delle aree geografiche, e sembra che i 27 leader non vogliano procrastinare la decisione. Mette Frederiksen, indicata come possibile presidente del Consiglio Europeo, ha affermato che non è una candidata, ma ha elogiato Antonio Costa. Nel frattempo, il presidente slovacco Peter Pellegrini ha invitato a fare attenzione alla rappresentanza dell’UE e della Commissione a livello internazionale, facendo riferimento implicito a Kaja Kallas, nota per la sua posizione ferma nei confronti di Mosca.

La guida di palazzo Berlaymont è la prima tessera del mosaico. Nonostante le critiche di Emmanuel Macron alla logica dello ‘spitzenkandidat’, i Popolari europei hanno ottenuto un chiaro successo alle urne. Tuttavia, il terremoto politico in Francia ha indebolito Macron, riducendo la sua influenza rispetto alla scorsa legislatura. La domanda ora è: qual è la strategia di Giorgia Meloni? Nel pre-vertice, ha incontrato l’ungherese Viktor Orban, il quale ha definito la situazione “ancora fluida” riguardo alla riconferma di von der Leyen. La presidente uscente ha costruito un rapporto intenso con Meloni, ma resta da vedere come si evolveranno gli equilibri.