Vaiolo delle scimmie. Secondo l’Oms al 26 maggio si registra un totale complessivo di 257 casi confermati in laboratorio di vaiolo delle scimmie e di circa 120 casi sospetti. Finora non sono stati segnalati decessi. La situazione, comunque si sta evolvendo con rapidità  e l’Oms prevede, infatti, che i casi identificati aumenteranno man mano che la sorveglianza si espande nei Paesi non endemici, nonché in Paesi noti per essere endemici che non hanno segnalato casi di recente.  Lo riferisce in una nota la stessa Organizzazione mondiale della Sanità, evidenziando come dal 13 maggio scorso il vaiolo delle scimmie sia stato segnalato all’Oms da 23 Stati membri che non sono endemici per il virus.