MILANO- A vincere il contest “Innovation Day 4.0 – Consapevoli e digitali” promosso dall’associazione Roadjob, network di aziende, professionisti e scuole dei territori di Lecco, Como, Monza e Brianza è la squadra “Le nostre competenze” dell’ITIS Magistri Cumancini (Como) composta da Matteo Grassi, Federico Moretti, Andrea Sala, Giorgio Santagata, Letizia Benzoni, Guglielmo D’Agostino, Matteo Merga, Giulia Peduzzi, Davide Martinelli, Stefano Ventura e Pietro Poncetta con il progetto riguardante la scoperta delle proprie Soft Skills e l’applicazione pratica delle proprie competenze tecniche. Azienda supporter: Rodacciai.
Seconda classificata “Galacticos” dell’IIS Jean Monnet (Mariano Comense) composta da Lorenzo Galimberti, Aurora Granozio, Lorenzo Lorusso, Beatrice Mantovan, Francesca Mason, Sara Maspes con il progetto riguardante l’analisi dei Social di Technoprobe, l’analisi dei Social dei competitors e dei Social dei grandi brand di settore. In base al confronto con il mercato e alla conoscenza dell’azienda supporter hanno individuato punti di forza e di debolezza, proponendo soluzioni strategiche al fine del miglioramento della comunicazione sui Social Network. Azienda supporter: Technoprobe.
Terza classificata la squadra “Ecocircolo” dell’ITIS Viganò (Merate) composta da Filippo Basanisi, Gaia Tommasi, Francesca Gilardi, Gabriele Ferron, Biagio Floridia, Andrea Pacchiani, Igli Daja, con il progetto riguardante la trasformazione green e l’economia circolare (la sostenibilità come filosofia del divenire). Azienda supporter Softer.
La giuria, composta da Elena Bassano, Business Operations Manager, Riconversider Srl, Mauro Califano, HR Director, Rodacciai, Sergio Campo Dall’Orto, professore Politecnico di Milano Facoltà di Design, e Livio Lamparelli, HR Director, Technoprobe, ha valutato sia il progetto consegnato che la capacità di esposizione dei ragazzi. Per le prime tre squadre classificate sono previsti premi rispettivamente di 1.000, 700 e 300 euro.
La fase finale del concorso si è svolta oggi nell’Aula Consiliare della Regione Lombardia, hanno partecipato 60 studenti appartenenti alle 15 compagini finaliste. I ragazzi provenienti dall’IIs Leonardo Da Vinci di Carate, l’ITIS Magistri Cumancini di Como, l’ISIS Romagnosi di Erba, l’IIS Jean Monnet di Mariano Comense, l’Itis Viganò di Merate e dall’IIS Fiocchi di Lecco, hanno esposto alla giuria di esperti i loro progetti riguardanti tematiche innovative, dalla rivoluzione digitale alla branding reputation, dalla sostenibilità aziendale all’economia circolare, dalla trasformazione green ai cambiamenti climatici, dalla gestione dei social media alle fake news.
“Giovani, formazione e scuola sono argomenti cruciali per lo sviluppo del Paese e per la sua capacità di competere nel mondo globalizzato. Siamo immersi in un grande cambiamento tecnologico, di mentalità, di politiche, di lavoro -sottolinea il Presidente del Consiglio della Regione Lombardia Alessandro Fermi-. Lo sviluppo economico e produttivo nazionale continua a richiedere l’impiego di tecnici intermedi, forniti di una solida base culturale e di robuste competenze tecnico scientifiche, che sappiano essere flessibili e in grado di gestire i processi produttivi seguendone l’evoluzione e promuovendone l’innovazione. Abbiamo sempre più bisogno del vostro impegno e del vostro contributo e sono certo che non mancheranno gli ambiti in cui ciascuno di voi dandosi da fare troverà momenti di crescita e di arricchimento straordinari, al servizio e a vantaggio dell’intera comunità regionale e italiana. Siate protagonisti, non abbiate paura a mettervi in gioco”.
“In linea con lo scopo della nostra associazione, che è quello di aprire nuove prospettive e occasioni per facilitare l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro, la cittadinanza digitale è un elemento fondamentale per muoversi all’interno di contesti organizzativi strutturati come quello aziendale. – spiega il presidente di RoadJob, Primo Mauri – Abbiamo scommesso sui ragazzi dei nostri Istituti Tecnici e la soddisfazione è stata grande, la sfida è stata accolta dai ragazzi con entusiasmo e interesse, l’ottica è quella di un imminente ingresso nel mondo del lavoro, ma anche di una possibile continuazione del percorso formativo nell’ambito degli Istituti Tecnici Superiori o delle Università. Ringrazio le aziende partner della nostra associazione che ci hanno accompagnato in questa avventura”.
Ogni squadra in gara era identificata da un nome di fantasia scelto dai ragazzi, tra i più curiosi “Le Tigri Ruspanti”, “Sites Guardians”, “Ecocircolo”, “Galacticos”, “T.L.C. True Lab Chemist”, “I radice di 25”.
CASE HISTORY. Chi ha esaminato l’ottemperanza dell’azienda rispetto ai 17 obiettivi dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile; chi invece si è concentrato sulla brand image, sull’indagine del sito web e dei social individuando punti di debolezza e potenziali aree di miglioramento; chi invece ha vestito i panni del “detective digitale” ed ha esercitato la propria capacità di verifica sui fatti ad esempio producendo, attraverso una ricerca digitale, il curriculum vitae di un personaggio famoso. I ragazzi in gara si sono cimentati inoltre nella promozione marketing di un prodotto innovativo e con la realtà dell’Industry 4.0, scrutando il futuro per determinare l’evoluzione delle diverse professioni.
LE AZIENDE. Ad accompagnare i ragazzi in ogni fase del contest i referenti di aziende leader nei loro settori in ambito nazionale e internazionale: Caleotto spa (Lecco), Consorzio Premax (Lecco), Rosval srl (Lecco), Festo spa (Milano), Rodacciai Spa (Lecco), A.A. G. Stucchi srl (Lecco), Randstad Italia Spa, Gilardoni Spa (Lecco), Tecnologie d’Impresa Srl (Como), Softer Srl (Como), Techné Srl (Como), Technoprobe (Lecco).
IL CONTEST. Partendo dall’analisi dei principali trend post-pandemici sia dal punto di vista lavorativo che economico- sociale, oltre trecento studenti degli istituti tecnici di Monza, Lecco, Como, divisi in 43 squadre, ciascuna affiancata ad un’azienda eccellente del territorio, si sono sfidati nelle scorse settimane a colpi di mouse. Sono state coinvolte le classi 3°- 4° e 5° di diversi indirizzi di studio: meccanico, elettronico, biotecnologie ambientali, informatica, economia, chimica e materiali. Ad ogni squadra è stato richiesto di proporre soluzioni a case history di rilevanza aziendale e gli elaborati sono stati valutati alla luce di tre parametri: la mole di impegno, l’approfondimento degli argomenti e originalità, e la presentazione grafica.

Chi è RoadJob
RoadJob è una non profit nata nel 2019 dall’iniziativa di aziende e di scuole dei territori di Como, di Lecco e della Brianza monzese che, confrontandosi con il calo di iscrizioni nei percorsi formativi tecnici e la difficoltà a reperire personale tecnico adeguatamente formato, hanno deciso di mettere a fattore comune esperienze, competenze e best practices al fine di contrastare più efficacemente il disallineamento tra le scelte formative e professionali e le effettive opportunità lavorative. Road Job intende perseguire una finalità allo stesso tempo sociale e culturale: la valorizzazione reciproca del tessuto sociale e del patrimonio industriale che caratterizza i distretti, favorendo una relazione tra stakeholders e interested parties basata sullo scambio e sulla condivisione, che inneschi un ciclo virtuoso con ricadute positive per tutti i soggetti coinvolti.
26 IMPRESE PARTNER: A.A.G Stucchi Srl, Consorzio Premax, De Luca&Partners, Elemaster Spa, Festo C.T.E. Srl, Fiocchi Munizioni Spa, Formenti e Giovenzana Spa, GAE stampaggio, Gilardoni Spa, Ospedale Sacra Famiglia-Erba, Panzeri spa, Randstad Italia Spa, Riconversider Srl, Rodacciai Spa, Rosval Srl, Softer Srl, Sogedai srl, Technè, Technoprobe Spa, Tecnologie d’impresa Srl, Tentori Enzo & Co. Srl, Vir HR, Caleotto spa, E-Quadra Srls, Zatacarton Spa, Claind srl.