di WANDA CHERUBINI-

VITERBO- “Viterbo con Amore” compie 20 anni e quale miglior occasione per festeggiare questo importante traguardo facendo conoscere con una mostra fotografica alla ex chiesa degli Almadiani le tante persone che in questo lungo periodo hanno offerto un po’ del loro tempo per gli altri regalando sorrisi? E’ così che il presidente di “Viterbo con Amore”,Domenico Arruzzolo ha voluto celebrare questa ricorrenza, presentando l’iniziativa oggi in Comune insieme all’assessore comunale ai Servizi Sociali, Antonella Sberna, all’assessore comunale alla Cultura, Marco De Carolis, al presidente della Consulta comunale del volontariato Donatella Salvatori, a Chiara De Carolis, Centro servizi per il volontariato, a Roberto Bellucci, curatore della mostra fotografica ed al sindaco Giovanni Arena, collegato via streaming.

Dopo i saluti dell’assessore De Carolis, che ha apprezzato l’iniziativa e l’attività di Viterbo con Amore e l’intervento online del sindaco, che ha augurato un grande in bocca al lupo per l’evento, è stata la volta dell’assessore Sberna che ha ricordato come la “Città a colori” , evento organizzato ogni anno dall’associazione, sia un’opera sociale per la città molto importante e di come fare sistema con le forze delle associazioni possa portare a realizzate grandi iniziative come questa. Ha poi ricordato la nascita dell’emporio solidale per sostenere le persone con difficoltà economiche. Ha poi detto: “Ci dispiace che sono due anni che a causa del Covid non si sono più potuti realizzare eventi, ma l’iniziativa che presentate oggi rappresenta una ripartenza in sicurezza. Noi continueremo a sostenervi. Vi auguro altri 20 anni di lavoro come avere fatto finora. E’ questo uno degli esempi più importanti di collaborazione tra terzo settore ed amministrazione”.

La presidente della Consulta del volontariato, Salvatori ha evidenziato come per lei sia la prima conferenza stampa con Viterbo con amore e come sia onorata di festeggiare questo traguardo dell’associazione. “Senza il mondo del volontariato – ha rimarcato – le istituzioni non sarebbero niente. Desidero vedere Viterbo sempre più colorata con il coinvolgimento delle famiglie, dei bambini, degli anziani”.

E’ stato, quindi, il presidente Arruzzolo ad illustrare l’iniziativa in programma all’interno della ex chiesa degli Almadiani e nel piazzale antistante dal 4 al 10 ottobre prossimi. Dopo aver ringraziato tutti coloro che hanno da sempre sostenuto l’associazione, ha spiegato come Viterbo con amore sia nata come rete di associazioni del volontariato e come abbia sostenuto ben 104 progetti di associazioni del territorio, avendo anche un obiettivo internazionale, lavorando in Serra Leone, Burkina Faso, Tanzania, Perù, Cile, Corea e Madagascar. “Per festeggiare questi nostri 20 anni abbiamo pensato di creare un programma settimanale per interessare il mondo del terzo settore – ha specificato- Inizieremo il 4 ottobre perché proprio il 4 ottobre del 2001 è stata fondata Viterbo con amore. Il 4 ottobre, dalle ore 16,30 alle 19, ci sarà l’annullo filatelico con bollo speciale delle poste italiane e l’inaugurazione della mostra fotografica “Vent’anni d’amore” con la presentazione del video “Storie di una città solidale” e testimonianze. Martedì 5 sempre nel pomeriggio ci sarà la presentazione del libro “Esterno con figli” di e con Michele Palazzetti dell’Ipse. Mercoledì 6 ottobre si parlerà di povertà, sia di criticità, ma anche delle soluzioni che possono migliorare il nostro approccio con questa tematica. Giovedì 7 si parlerà della rete e dei passi avanti che si sono fatti. Venerdì 8 si tratterà il tema del volontariato tra i giovani, mentre sabato 9 sarà la volta dei clown di corsia ed il momento delle donazioni con il nuovo camper donato dalla Croce Rossa all’Admo per la tipizzazione. Gli unici due eventi che si svolgeranno fuori dalla ex chiesa degli Almadiani saranno il momento delle donazioni e dei clown di corsia nel pomeriggio di sabato 9 ottobre. Ci saranno anche i volontari della Polizia di Stato”.

In merito alla mostra fotografica Roberto Bellucci ha detto: ” Tutti i viterbesi conoscono le attività di Viterbo con amore però i viterbesi non conoscono le persone che ci sono a Viterbo con amore. Non è una mostra artistica, ma ci sono foto vere, cercate nei tre mesi estivi nei cassetti, negli scatoloni, nei cellulari, che raccontano la fatica, il lavoro che c’è dietro ogni iniziativa. La costante che c’è in tutte queste foto è il sorriso che queste persone in 20 anni non hanno mai tolto. Si tratta di oltre 200 foto, anche se in partenza dovevano solo essere una novantina, che saranno distribuite su 28 pannelli monotematici. Ogni pannello riguarderà un aspetto della vita del volontariato, grazie alla Gescom che ci ha regalato i pannelli. E’ una mostra che racconta 20 anni di lavoro degli altri”.

Infine, Chiara De Carolis ha detto: “Come centro servizi vorrei ringraziare il coraggio e la tenacia di voler portare all’attenzione delle tematiche importanti come i nuovi poveri, l’importanza della collaborazione e la violenza di genere. Ho sempre apprezzato il cambio di immagine su cui Viterbo con amore ha sempre lavorato, una marcia in più che ha permesso al volontariato di rilanciarsi”.

Infine, Salvatori ha ricordato come il 4 ottobre ci sarà in piazza della Repubblica l’associazione Beatrice onlus con la dotto.ssa Frittelli che si adopera per la prevenzione del cancro alla mammella, che nel periodo Covid, si è particolarmente accentuato. “Staremo in piazza della Repubblica dalle ore 10 alle 18 con la vendita delle magliette per associarsi – ha riferito Salvatori – Ricordo che tra le tante iniziative di Beatrice onlus c’è stato l’acquisto di caschetti per donne in radioterapia che hanno permesso a circa 100 di loro di non perdere i capelli”.