VITERBO-

La sindaca di Viterbo, Chiara Frontini, si è recata oggi in procura per consegnare una memoria difensiva riguardante le presunte minacce rivolte al consigliere comunale Marco Bruzziches durante una cena a casa sua. La sindaca ha dichiarato di non aver commesso i fatti contestati e di aver depositato la memoria insieme ai suoi avvocati per ribadire il suo convincimento. Ha sottolineato di non aver minacciato né intimidito nessuno e che la memoria confuta tutte le contestazioni mosse dai pubblici ministeri. Frontini ha aggiunto che al momento non ci sono avvisi di garanzia, ma su invito della procura ha ritenuto opportuno presentare le sue controdeduzioni, attendo fiduciosa l’esito delle indagini.