VITERBO – Una sala gremita e partecipe per il convegno “Sanità e opportunità di sviluppo”, organizzato ieri da Fratelli d’Italia alle Terme dei Papi.

“In tantissimi hanno partecipato ai lavori ed altrettanti sono rimasti fuori, segno tangibile dell’importanza della tematica in un territorio, come la Tuscia, con la sanità ridotta ai minimi termini” – scrive Fdi Viterbo.

A confrontarsi sulle varie problematiche e sulle prospettive, in vista dell’arrivo dei fondi del Pnrr, autorevoli esponenti del partito, a partire dal deputato Marcello Gemmato, segretario commissione Sanità per la Camera e responsabile nazionale del dipartimento Sanità Fdi, il deputato Mauro Rotelli, responsabile nazionale del dibattimento Comunicazione, la consigliera regionale Chiara Colosimo, Massimo Giampieri, coordinatore provinciale Fdi e Claudio Taglia coordinatore provinciale del dipartimento Sanità.

A portare il loro saluto anche numerosi esponenti di altri partiti e rappresentanti di associazioni del territorio: Gianmaria Santucci di Fondazione, il senatore Umberto Fusco della Lega, Paolo Baldassarre del Popolo della Famiglia, Guido Scapigliati di Italexit, Fabio Notazio della lista Rinascimento di Sgarbi, Fabio Troncarelli del comitato per apertura del S.Anna di Ronciglione.

Sul tavolo, le numerose criticità del settore sanitario, che, oltre alle problematiche della pandemia, rischiano di mandare in tilt l’intero sistema.

Liste d’attesa infinite, migrazione verso altre strutture fuori regione, progressiva perdita d’importanza degli ospedali di prossimità, carenza di personale.

In questo quadro è fondamentale saper sfruttare al meglio le somme stanziate dal Pnrr, di cui per la Tuscia circa 33 milioni di euro.

Compito delle istituzioni ed anche della politica dovrà essere quello di vigilare sulla corretta utilizzazione dei fondi per la tutela del diritto alla salute, costituzionalmente garantito”.