Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky nel suo intervento in collegamento video con l’assemblea generale dell’Onu a New York ha chiesto una “punizione giusta” contro i crimini russi in Ucraina, affermando: “L’Ucraina vuole la pace, il mondo vuole la pace, solo uno vuole la guerra ed è contento di questa guerra.Non siamo stati noi a provocare questa guerra, ci sono stati 88 colloqui per evitare la guerra, ma la Russia invece di fermare questo crimine dell’aggressione l’ha trasformata su un invasione su vasta scala”.  Zelensky ha poi richiesto un tribunale speciale contro i crimini commessi dai russi nel suo Paese e per un indennizzo ed ha chiesto alle Nazioni Unite di privare la Russia del suo diritto di veto nel consiglio di sicurezza. Ha, infine, riproposto un price cap su gas e petrolio russi per contenere i vantaggi che Mosca ricava dal caro energia. Una proposta suggerita e sostenuta anche dal premier Mario Draghi.