Nel 500º giorno di guerra, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky è arrivato sull’Isola dei Serpenti per rendere omaggio ai soldati caduti. L’annuncio è stato dato dallo stesso leader attraverso il suo canale Telegram. Zelensky ha depositato fiori e ha espresso gratitudine a coloro che hanno combattuto contro gli occupanti sull’isola, definendola un simbolo di libertà per l’Ucraina.

Nel messaggio pubblicato su Telegram, il presidente ha dichiarato: “500 giorni di guerra totale. L’isola dei serpenti. L’isola libera della libera Ucraina. Sono grato a tutti coloro che hanno combattuto qui contro gli occupanti. Abbiamo commemorato gli eroi che hanno dato la vita in questa battaglia, una delle più importanti della guerra. Gloria e onore a tutti coloro che combattono per la sicurezza del Mar Nero.”

Il video pubblicato mostra Zelensky che arriva sull’isola in barca, accompagnato dal capo dell’ufficio presidenziale Andriy Yermak. La visita dell’isola e il tributo ai soldati caduti sottolineano l’impegno del presidente ucraino nel commemorare e onorare coloro che hanno sacrificato le loro vite nella lotta per la sicurezza del paese.

La guerra in corso in Ucraina ha portato a numerose perdite umane e ha causato una profonda sofferenza per la popolazione. La visita di Zelensky all’Isola dei Serpenti rappresenta un gesto simbolico di riconoscimento verso coloro che hanno combattuto e sacrificato tutto per la loro patria. Si spera che gli sforzi per raggiungere una soluzione pacifica al conflitto possano continuare, al fine di porre fine a ulteriori perdite e sofferenze.