La Corea del Nord ha accusato la Corea del Sud e gli Stati Uniti di alimentare tensioni che portano la regione sull’orlo di una guerra nucleare. Secondo un rapporto dell’Istituto per gli studi americani del ministero degli Esteri nordcoreano, le tensioni militari nella regione sono paragonabili alla situazione precedente allo scoppio della Guerra di Corea nel 1950-53. La Corea del Nord critica gli Stati Uniti e la Corea del Sud per il loro “delirante confronto militare anticomunista” e le “minacce retoriche”. Il rapporto afferma che le mosse bellicose degli Stati Uniti hanno portato la penisola coreana e l’Asia nordorientale sull’orlo di una guerra nucleare. La Corea del Nord sostiene che gli Stati Uniti stanno invadendo la sua sovranità e sicurezza con atti ostili, raggiungendo una soglia che non può essere tollerata. Avvertono che una guerra nella penisola si estenderebbe rapidamente a livello mondiale e potrebbe causare conseguenze catastrofiche e irreversibili per la pace e la sicurezza nella regione e nel resto del mondo. La Corea del Nord afferma che continuerà a potenziare le sue capacità di autodifesa per proteggere la propria sovranità, a meno che gli Stati Uniti non ritirino la loro politica ostile e la minaccia militare contro di loro.