In provincia anche il numero di nuove unità è minimo, appena 19 di cui 11 solo nella Asl Roma 6 dove ha sede anche il caso della Rsa di Rocca di Papa dove il sindaco ha chiesto il commissariamento. Bene anche le altre città del Lazio con Rieti, Viterbo, Frosinone e Latina che, insieme, contano 19 nuovi casi.

Asl Roma 1: 15 nuovi casi positivi. 29 persone sono uscite dall’isolamento domiciliare. Continuano i controlli sulle RSA e case di riposo del territorio. I 2 pazienti cinesi, che corrispondono ai primi casi di covid 19 in Italia, sono stati dimessi

Asl Roma 2: 6 nuovi casi positivi. Deceduto un uomo di 89 anni con precedenti patologie. 4 persone sono uscite dall’isolamento domiciliare. Continuano i controlli sulle RSA e case di riposo del territorio

Asl Roma 3: 2 nuovi casi positivi. 26 persone sono uscite dall’isolamento domiciliare. Continuano i controlli sulle RSA e case di riposo del territorio. Si stanno eseguendo i controlli al CEM

Asl Roma 4: 1 nuovo caso positivo. 3021 persone sono uscite dall’isolamento domiciliare. Continuano i controlli nelle case di riposo e RSA del territorio anche con il supporto del camper dei medici di medicina generale

Asl Roma 5: 7 nuovi casi positivi. 19 persone sono uscite dall’isolamento domiciliare. Continua il monitoraggio nelle RSA e case di riposo del territorio

Asl Roma 6: 11 nuovi casi positivi. 3 decessi: 3 donne di 92, 83 e 85 anni. 85 persone sono uscite dall’isolamento domiciliare. Continuano i controlli su tutte le RSA e case di riposo del territorio

Asl Frosinone: 8 nuovi casi positivi. Deceduto un uomo di 47 anni. 51 persone sono uscite dall’isolamento domiciliare. Continuano i controlli sulle RSA e case di riposo del territorio

Asl Latina: 5 nuovi casi positivi. Deceduto un uomo di 84 anni con patologie precedenti. 193 persone sono uscite dall’isolamento domiciliare

Asl Viterbo: 1 nuovo caso positivo. Deceduta una donna di 92 anni. 1733 persone sono uscite dall’isolamento domiciliare. Continuano i controlli sulle RSA e case di riposo del territorio

Asl Rieti: 4 nuovi casi positivi. 16 persone sono uscite dall’isolamento domiciliare. Continuano i controlli sulle RSA e case di riposo del territorio

Il bollettino dello Spallanzani del 20 aprile

Sono 125 i pazienti positivi al coronavirus ed in cura allo Spallanzani. Di questi, 19 necessitano del supporto respiratorio. Lo Spallanzani, nel bollettino del 20 aprile, sottolinea anche come “considerato il trend ormai consolidato di decrescita dei ricoveri ospedalieri, nell’ambito di una valutazione regionale, l’Istituto sta procedendo a ricoverare pazienti provenienti da altri presidi, anche sospetti e da diagnosticare”.

D’Amato: “Trend che è in frenata al 1%”

“Oggi registriamo un dato di 60 casi di positività in continua discesa sia nei numeri assoluti che nel trend che è in frenata al 1%. Una giornata simbolica: proprio oggi quando vengono dimessi, dopo la riabilitazione fatta al San Filippo Neri, la coppia dei coniugi di Wuhan, registriamo il dato più basso dal 12 marzo. Non dobbiamo ora vanificare gli sforzi, è il momento di stabilizzare questa discesa e continuare a lavorare e mantenere alta l’attenzione sulle case di riposo e le RSA”, sottolinea l’assessore alla sanità nel Lazio D’Amato che aggiunge: “Si amplia la forbice tra coloro che escono dalla sorveglianza domiciliare (17.647) e coloro che sono entrati in sorveglianza (10.716) più di 7 mila unità. Per quanto riguarda i guariti salgono di 8 unità nelle ultime 24h per un totale di 1.101”.

Coronavirus: il 24% dei casi è ricoverato in una struttura sanitaria

Dei casi finora confermati il 24% è ricoverato in una struttura sanitaria, il 48% è in isolamento domiciliare e il 3% è in terapia intensiva. I guariti sono il 19%. L’età media dei casi positivi è 58 anni. Il 52% dei casi accertati è di sesso femminile e il 48% è di sesso maschile.

I casi positivi sono così distribuiti: il 35,2% è residente a Roma città, il 33,2% nella Provincia di Roma, il 9,6% a Frosinone, il 5% a Rieti, il 6,5% a Viterbo e l’8,4% a Latina. Il 2,2% proviene da fuori Regione.

Coronavirus a Roma e nel Lazio: controlli nelle Rsa

Resta quindi alta l’attenzione nelle residenze per anziani dove aumentano i controlli da parte dei Nas, arrivati ora a 377 come ha sottolineato anche l’assessore alla sanità D’Amato. Per quanto riguarda il San Raffaele di Rocca di Papa, dove ci sono stati 138 casi e due morti, il sindaco della città ha chiesto alla Regione il commissariamento della struttura.

E, mentre Campagnano resta zona rossa proprio a causa di un cluster in una casa di riposo, oggi aprirà a Genzano la prima Rsa pubblica dedicata ai pazienti Covid. In modo che abbiano la giusta assistenza.

Coronavirus, 17 i pazienti ricoverati al Bambino Gesù

In totale sono 17 i ricoveri al Centro Covid di Palidoro, di cui 10 bambini e 7 mamme. Dimesso nelle ultime 24 ore 1 bambino di 2 anni clinicamente guarito. Ricoverato in terapia intensiva 1 ragazzo di 15 anni Covid positivo

I controlli anti Covid-19 a Roma nel week end

Potrebbe interessarti: http://www.romatoday.it/attualita/coronavirus-roma-notizie-oggi-20-aprile-2020.html?utm_source=newsletter&utm_medium=email