VITERBO- Da quanto è iniziata la scuola, ovvero dal 13 settembre, le classi della Tuscia finite in quarantena sono sei. Ricordiamo che la quarantena scatta quando si riscontra la positività di uno o più studenti all’interno della classe. Le classi che stanno trascorrendo il periodo di isolamento sono due materne, due elementari e due istituti secondari sull’intero territorio provinciale. Intanto si è provveduto alla sanificazione degli edifici interessanti. In totale sono circa 150 tra bambini e ragazzi coloro che stanno trascorrendo la quarantena. A Canino, invece, si attende l’esito di un  tampone su una bambina della scuola materna. Al riguardo la sindaca Lina Novelli ha fatto sapere che “non è ancora ufficiale la positività di una bambina della scuola materna, ma da un contatto telefonico diretto con Asl risulta che le indicazioni sulla quarantena sono trasferite alla scuola per le modalità di comportamento di eventuali soggetti coinvolti. La situazione – assicura poi la sindaca – ad oggi risulta sotto controllo”. E proprio per cercare di monitorare la situazione del virus nelle scuole, anche nel Viterbese è partita l’iniziativa di effettuare tamponi salivari, molto meno invasivi, su studenti delle elementari e medie. Già sono stati eseguiti tamponi salivari su tre istituti a Viterbo, Canino e Sutri con una percentuale risultata positiva pari all’1,5 per cento. Finora sono stati eseguiti questi tamponi salivari direttamente da personale della Asl, ma dalla prossima settimana gli istituti scolastici dovrebbero ricevere dei kit per l’autosomministrazione a casa. I test verranno poi consegnati ai sanitari per la refertazione.