E’ morto Nino Cerruti, stilista biellese, tra i grandi protagonisti della moda italiana del secolo scorso. A  lui si deve l’invenzione della giacca maschile decostruita. La visione della moda di Nino Cerruti era internazionale. Nino Cerruti scompare a 91 anni. Era ricoverato all’ospedale di Vercelli e sarebbe deceduto in seguito ad alcune complicazioni subentrate dopo un’operazione all’anca. Era nato a Biella il 25 settembre del 1930, da una famiglia di industriali tessili. Negli anni Ottanta, Cerruti lanciava la linea sportswear, che comprendeva l’abbigliamento dedicato al tennis e allo sci, due sport dove sponsorizza campioni come il tennista statunitense Jimmy Connors e lo sciatore svedese Ingemar Stenmark. Il marchio ha un successo globale e nel 1994 il brand diventa designer ufficiale della squadra di Formula1 della Ferrari.

Inoltre, negli anni Novanta vengono lanciati due nuovi profumi, “Cerruti 1881 Pour Homme” e “Cerruti 1881 Pour Femme”, prodotti e distribuiti da Elizabeth Arden. Vengono poi aperti negozi monomarca in Cina, Hong Kong, Thailandia ed Indonesia.

Nel 1995 comincia la produzione della linea femminile “Cerruti Arte”. Nel 1998 viene presentato il nuovo profumo maschile “Cerruti Image” e nello stesso anno viene aperto il negozio Cerruti a Madison Avenue a New York. Nel 2000 Cerruti apre un flagship store ad Hong Kong.
Nello stesso anno viene lanciata la versione femminile del profumo “Cerruti Image”. Sempre nel 2000 Nino Cerruti viene nominato Cavaliere del Lavoro dal Presidente della Repubblica. Il marchio Cerruti 1881 viene venduto nel 2001 da Cerruti Holding, per concentrarsi sul Lanificio Fratelli Cerruti.