L’Agenzia europea dei medicinali (Ema) ha avviato la revisione in tempo reale dei dati sul farmaco antivirale orale molnupiravir sviluppato da Merck Sharp & Dohme, in collaborazione con Ridgeback Biotherapeutics per il trattamento di Covid‑19 negli adulti.

Lo rende noto l’Ema. Il farmaco può prevenire il ricovero o la morte nei pazienti, secondo i primi dati. Se sarà concessa l’autorizzazione all’immissione in commercio dalla Commissione europea Molnupiravir potrebbe essere la prima pillola antivirale per il trattamento del COVID-19 nell’Unione europea.