Il borsino della politica

CHI SALE
MASSIMILIANO MASELLI
SILVANO MOFFA
CLAUDIO TOGNA
CHI SCENDE
SABRINA ALFONSI
EUGENIO PATANÈ
MARIO DE SCLAVIS

Partiamo dalla nuova politica culturale per Roma avviata dal ministro Gennaro Sangiuliano e che passa per l’opera preziosa del notaio Claudio Togna (vedi intervista a pagina 5), membro del Cda del Parco Archeologico del Colosseo. Proseguiamo con l’ottimo lavoro che sta svolgendo l’assessore regionale Massimiliano Maselli e con i nuovi impegni dell’assessore regionale Elena Palazzo. Aggiungiamo nella lista dei “buoni” l’ottimo assessore regionale Luisa Regimenti, una politica che non ha problemi ad esporsi. E
sottolineiamo infine il ritorno sulle scene della politica che conta di Silvano Moffa, personaggio di rilievo e di esperienza. Il comune, la Provincia, il Parlamento. Passaggi importanti. Ora il governatore Francesco Rocca lo ha chiamato accanto a sé come consigliere personale. Assediato dalle emergenze il presidente ha bisogno di avere le spalle coperte e di buoni consigli. Incarico a costo zero, a titolo gratuito
Dall’altra parte assistiamo ad una campagna battente dell’ex uomo forte della Giunta Zingaretti, Alessio D’Amato. Quando governava,  i temi che oggi sottolinea con veemenza non li guardava proprio. Preoccupa l’escalation di violenza in centro. Il prefetto Carmine Belfiore non sa che fare? E il comandante dei vigili Mario De Sclavis? Sabrina Alfonsi, Eugenio Patanè, Ornella Segnalini, Barbara Funari, quattro assessori di Roberto Gualtieri che annaspano tra i problemi. E il sindaco? Se ne va a studiare il termovalorizzatore di Copenhagen….