“La presenza di Giorgia Meloni in Egitto è un altro tassello importante che vede la UE applicare la linea del governo italiano su temi strategici come l’immigrazione e la stabilizzazione geopolitica del Mediterraneo.. Cioè l’impostazione voluta dall’Italia attraverso il Piano Mattei per l’Africa e il recente vertice Italia-Africa di Roma”

E’ quanto dichiara l’europarlamentare di Fratelli d’Italia, Nicola Procaccini, copresidente del gruppo dei conservatori al parlamento europeo

“Anche a Bruxelles hanno capito che è necessario spostare l’attenzione sulla “dimensione esterna” dei fenomeni migratori, come proposto dal premier Giorgia Meloni. Significa che i flussi migratori vanno gestiti e non subiti, e significa anche fare accordi con le nazioni di origine e transito degli immigrati e combattere i trafficanti di esseri umani, favorendo la migrazione legale e controllata. Accordi che, come proposto dall’Italia, devono basarsi su collaborazione e reciprocità di vantaggi. E’ importante che il memorandum della UE con Il Cairo, preveda investimenti in campo economico e nel settore energetico, ma anche sul piano della garanzia delle libertà fondamentali e dei diritti umani”, conclude Procaccini.