La nuova bozza del Recovery Plan non è ancora ultimata. Intanto prende quota l’ipotesi di un Consiglio dei Ministri domani, anche se al momento non c’è alcuna convocazione e si tratta soltanto di un’ipotesi. Anche la riunione tra il premier Conte e i capi delegazione delle forze di maggioranza al momento non è stata ancora fissata.

“Ho sempre lavorato per raccogliere tutte le proposte migliorative su ogni tema o provvedimento sin qui adottato e così sarà anche in futuro, perché è questo che ci chiedono i cittadini. Questo vale, ovviamente, anche per il Recovery Plan” dice il premier Giuseppe Conte. Nei giorni scorsi lo stesso ha invitato  le forze di maggioranza a far pervenire osservazioni e proposte utili a migliorare la prima bozza. “Ho sempre inteso quella prima bozza come un documento utile ad avere una base tecnica di discussione per poi operare le scelte politiche e dare una impronta strategica al nostro Pnrr”, ha scritto il premier Giuseppe Conte in un lungo post su Facebook. Una volta messa a punto una proposta migliorativa del Piano si tornerà in Consiglio dei Ministri per la sua approvazione e avrà inizio il confronto con l’intero Parlamento.