ROMA- “Questa notte Casale Garibaldi è stato oggetto di un attacco vigliacco: alcune persone – beneficiando dell’anonimato e del buio – hanno rotto alcune porte e finestre e si sono introdotte all’interno della struttura, vandalizzando spazi e arredi.

È un fatto grave, che deve vedere cittadini e istituzioni al fianco di un bene comune e di chi, da anni, proprio attraverso questo spazio sociale collettivo offre servizi per il territorio, produce cultura, costruisce comunità.

Non è la prima volta peraltro che il Casale è fatto oggetto di azioni di questo tipo: una “guerra a bassa intensità” che ora deve trovare nella soluzione definitiva del rapporto tra lo spazio sociale Garibaldi e le istituzioni la risposta necessaria e non più rinviabile”.

Così in una nota Marta Bonafoni, candidata capolista nel collegio di Roma e provincia con la Lista Civica D’Amato Presidente, alle elezioni regionali del 12 e 13 febbraio, che stamattina si è recata al Casale Garibaldi dopo l’irruzione della scorsa notte.