La presidente dell’Ue Ursula von der Leyen all’Università Bocconi di Milano ha detto: “L’Italia è un esempio perfetto della capacità di gestire e compensare il fatto che Putin ha tagliato le esportazioni tramite i gasdotti dell’80% negli ultimi 8 mesi. L’Italia ha saputo infatti ridurre le importazioni di gas dal 40 al 10% circa grazie a uno sforzo impressionante per diversificare gli approvvigionamenti”, haspiegato la numero uno della Commissione, secondo la quale, inoltre, gli stoccaggi europei di gas sono stati riempiti al 96% all’inizio di novembre “e questo significa che siamo al sicuro per questo inverno. Parallelamente si è lavorato, ha sottolineato, su una serie di misure per abbattere i prezzi e si è creato un contributo di solidarietà sugli extra-profitti delle compagnie energetiche, che genererà quasi 4 miliardi di gettito qui in Italia già nel 2023, per sostenere le famiglie fragili e le imprese”.  Von der Leyen ha anche detto che è stato proposto un meccanismo di correzione del mercato del gas, il price-cap, e come l’Italia lo abbia chiesto fin da subito. “Questo – ha evidenziato – ci consentirà di prevenire i rialzi eccessivi di prezzo, tagliando la manipolazione e la speculazione. Ora gli Stati Membri stanno discutendo su come adattarlo a tutta l’Europa”.