Venezia avvierà un sistema di regolamentazione dei flussi di viaggiatori, che partirà in via sperimentale ad agosto, e sarà effettivo dal 16 gennaio 2023, quando l’accesso nella città storica sarà disciplinato da un contributo.

Sarà una manovra a tenaglia, perchè grazie al dl aiuti presentato dal Pd e approvato la scorsa notte è arrivato anche lo stop agli affitti ‘selvaggi’, stanze e appartamenti approntati per cavalcare l’onda lunga del turismo più low e tolti, di fatto, alla residenzialità cittadina. L’assessore comunale al turismo, Simone Venturini, presentando le nuove misure assicura che la città non sarà mai chiusa. La prima fase del contributo di accesso si aprirà il primo agosto: riguarderà la sola prenotazione della visita alla città e sarà slegata dal pagamento di una tassa.