Il presidente provvisorio della Camera Ettore Rosato ha aperto la prima seduta della Camera della XIX legislatura. E’ in corso la prima votazione per l’elezione del presidente: è segreta e per schede, e avviene nei ‘catafalchi’. In tutto si terranno tre votazioni: dopo la prima, in corso, la seconda sarà convocata alle 14 e la terza alle 17. Per queste votazioni è richiesta la maggioranza dei 2/3. L’elezione dei presidenti delle Camere rappresenta il primo passo della nuova legislatura che si apre oggi a Montecitorio e a Palazzo Madama ed è propedeutica per i passaggi successivi della formazione del nuovo governo. Intanto Fratelli d’Italia, tramite Francesco Lollobrigida,  fa sapere che “su La Russa c’è una maggioranza”. C’è stato un incontro, a quanto si apprende, fra la leader di FdI Giorgia Meloni e quello di Forza Italia Silvio Berlusconi, alla Camera. L’incontro, dopo la fragile intesa abbozzata nella notte, serve a definire l’accordo sulla presidenza della Camera, che dovrebbe andare al leghista Molinari, e quella del Senato, che invece si chiuderebbe su Ignazio La Russa di Fdi. Al Mef, secondo quanto si apprende, dovrebbe andare il leghista Giancarlo Giorgetti. Meloni ha assicurato: “Tutto procede bene, state tranquilli, faremo velocemente”.