ROMA – Grande affluenza nel week end organizzato dal Fondo per l’Ambiente Italiano, che ha fatto tappa anche nel Complesso Monumentale di Santo Spirito in Sassia. Il 20 e 27 ottobre tornano anche “Le Sistine Svelate, il giovedì a porte aperte”.

Riaperte grazie ad un epocale intervento di restauro messo in campo dalla ASL Roma 1 con fondi della Regione Lazio inaugurato il 22 luglio scorso alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, le Corsie Sistine tornano a mettere in mostra il loro antico splendore.
Tremila e cinquecento visitatori hanno ammirato questi spazi straordinari nel corso del terzo fine settimana di ottobre, in occasione delle Giornate d’Autunno organizzate dal FAI (Fondo per l’Ambiente Italiano). La manifestazione, dedicata da undici anni al patrimonio culturale del nostro Paese, ha coinvolto 700 luoghi per 350 città. Un viaggio affascinante tra palazzi, musei, ville e chiese che ha fatto tappa anche a Roma nel Complesso Monumentale del Santo Spirito in Sassia, dove sabato e domenica si sono svolte le visite guidate andate sold out in pochissimi giorni.
Tre i luoghi visitabili per l’occasione: la Biblioteca Lancisiana, riaperta al pubblico lo scorso anno dopo i lavori di consolidamento strutturale e di restauro conservativo, il Salone del Commendatore e – appunto – le Corsie Sistine.

Le Corsie Sistine furono realizzate da Sisto IV dopo l’incendio che devastò l’antico ospedale nel 1471 e rappresentano il primo esempio di architettura civile del Rinascimento a Roma. I loro 120 metri di lunghezza sono celebri per il monumentale ciclo pittorico. Gli affreschi, più di cinquanta, illustrano le origini dell’ospedale e gli episodi più importanti della vita del Papa e sono stati realizzati nel 1478 da Ghirlandaio, Pinturicchio, Antoniazzo Romano e altri maestri della scuola umbro romana. Il tiburio centrale, ornato da finestre bifore e trifore, è attribuito all’architetto Giovanni Pietro Ghirlanducci, sotto al quale si trova il ciborio, unica opera romana del Palladio e la pala d’altare dedicata a San Giobbe, eseguita da Carlo Maratta.

Nel mese di ottobre ci saranno altre due occasioni per visitare le Corsie grazie all’iniziativa promossa dalla ASL Roma 1 “Le Sistine Svelate, il giovedì a porte aperte”.
Il 20 e 27 ottobre a partire dalle ore 16 (ultimo accesso 19.45) sarà possibile fare un viaggio nella storia, con accesso gratuito su prenotazione al link https://bit.ly/le_sistine_svelate