Il Direttore generale della Asl Roma 6 ha appena comunicato che è intenzione dell’azienda sanitaria riconvertire l’ex ospedale di Genzano in una struttura pubblica residenziale sanitaria assistita (RSA) per anziani COVID positivi. Una struttura pubblica di questo genere è fortemente significativa

Il Direttore generale della Asl Roma 6 ha appena comunicato che è intenzione dell’azienda sanitaria riconvertire l’ex ospedale di Genzano in una struttura pubblica residenziale sanitaria assistita (RSA) per anziani COVID positivi. Questa scelta, sostenuta anche dai sindaci di Albano, Ariccia, Castelgandolfo, Lanuvio e Nemi, è condivisa dalla Regione ed è importante in questa fase per tutelare gli anziani fragili che non necessitano di cure ospedaliere, ma di percorsi separati e personale esclusivamente dedicato e formato.Una struttura pubblica di questo genere è fortemente significativa sia per l’utilizzo di un patrimonio edilizio pubblico, sia per affrontare l’emergenza Coronavirus e la tutela dei più anziani. Il Sistema sanitario regionale in questa emergenza ha sempre lavorato sulla differenziazione dei percorsi e la garanzia della presa in carico. Il personale sarà debitamente formato e ci sarà una ‘full immersion’ anche con gli operatori dello Spallanzani per i metodi di vestizione e svestizione e l’utilizzo dei dispositivi di prevenzione. La struttura potrà contenere fino a 40 posti letto”.

Lo dichiarano in una nota congiunta il Vice Presidente della Regione Lazio, Daniele Leodori e l’Assessore alla Sanità, Alessio D’Amato.