Niente quarantena per chi viene in contatto di positivi al Covid-19 ma è vaccinato con la terza dose e per chi ha effettuato la seconda dose da meno di 120 giorni. Uniche prescrizioni sono 10 giorni con la Ffp2 e un tampone al quinto giorno se compaiono i sintomi. Per le persone in possesso del Super Green pass, ottenuto con almeno due dosi o guarigione, da oltre 4 mesi, la quarantena si ridurrà a 5 giorni. Al termine di questo periodo, sarà richiesto un tampone con esito negativo. In presenza di sintomi tutto rimarrebbe come prima. Nessuna novità, invece, per i non vaccinati, per i quali continueranno a valere le attuali regole, quindi quarantena di 10 giorni con tampone negativo finale o di 14 giorni senza bisogno di tampone. Il Super Green pass sarà obbligatorio su tutti i mezzi di trasporto, compresi bus e metro e per  gli alberghi e strutture ricettive, feste conseguenti alle cerimonie civili o religiose (come i matrimoni), sagre e fiere, centri congressi, servizi di ristorazione all’aperto, impianti sciistici, piscine, sport di squadra e centri benessere anche all’aperto, centri culturalicentri sociali e ricreativi per le attività all’aperto. Queste sono le nuove regole stabilite oggi dal Governo, dopo aver sentito il parere del Cts e dopo l’esame dalla Cabina di Regia. Il tutto per evitare che si paralizzino le attività con l’impennata dei contagi dovuti alla circolazione della nuova variante Omicron. Le nuove regole sulle quarantene entrano in vigore dalla pubblicazione del decreto in Gazzetta ufficiale.