La denuncia della consigliera regionale Laura Corrotti

Ex Forlanini? Un disastro. Ma l’assessore alla salute D’Amato minimizza e contestualizza. Torna nell’occhio del ciclone la struttura che dovrebbe ospitare in futuro il Bambino Gesù.In tre settimane dovrà essere pronto il nuovo magazzino farmacia e il nuovo magazzino economale all’interno dell’ospedale San Camillo. Nel frattempo, i dipendenti che lavoravano in mezzo ai topi negli ex magazzini del Forlanini sono stati trasferiti in altri uffici. È un quadro drammatico, assolutamente poco degno di un paese civile, quello che è emerso durante l’ultimo consiglio regionale, tenutosi il 5 ottobre 2022. Un’interrogazione dell’esponente di Fratelli d’Italia, Laura Corrotti, ha descritto una situazione incredibile relativa all’ex Forlanini, nosocomio dismesso nel 2016. Lì sono accatastati materiali desinati al San Camillo, abbandonati e dimenticati ormai da anni. La Corrotti ha raccontato di aver effettuato un sopralluogo nei magazzini dell’ex ospedale, dove sono stipati materiali destinati al reparto del San Camillo. Il materiale, ha spiegato durante l’assise la Corrotti, “è rimasto inutilizzato e conservato in condizioni igienico-sanitarie di totale degrado, tanto da lasciare stupiti. Parlo di milioni di euro di soldi pubblici che sono stati buttati letteralmente e di condizioni igienicosanitarie all’interno del magazzino per i dipendenti che sono molto gravi”. La consigliera d’opposizione, parlando direttamente all’assessore alla sanitò, Alessio D’Amato, ha parlato di ordini per milioni di euro che “marciscono” all’interno dei magazzini. All’interno sono state trovate “mascherine, che magari sarebbero state utili durante il periodo della pandemia. Ho trovato delle barelle nuove, ancora impacchettate – ha continuato la Corrotti – ho trovato dei camici, ho trovato anche inalatori”.

Altrettanto deprimente la situazione dei dipendenti. “Sono costretti a lavorare all’interno di questo magazzino in condizioni igienico-sanitarie molto più che precarie. I dipendenti che hanno la scrivania all’interno di questo magazzino sono costretti a lavorare con i topi che gli passano dietro la schiena, con escrementi sopra la scrivania: questa non è una cosa che dà lustro a questa sanità”.

Dopo l’esposizione dell’interrogazione, l’assessore alla sanità, Alessio D’Amato, ha spiegato che “l’azienda sanitaria San Camillo, per conto del direttore generale, ha rappresentato che sono attualmente in corso i lavori di realizzazione del nuovo magazzino farmacia e del nuovo magazzino economale all’interno del presidio dell’azienda San Camillo, la cui ultimazione è prevista per la fine del mese di ottobre dell’anno in corso”. Questo vuol dire i lavori dovranno concludersi nelle prossime tre settimane.

Per quanto riguarda il personale, “l’azienda – ha continuato D’Amato – ha comunicato che ha provveduto all’allocazione provvisoria del personale addetto al magazzino presso altri uffici, e che ovviamente saranno tutti trasferiti, nel momento in cui i lavori saranno completati, nella nuova localizzazione che, ripeto, non sarà più nella struttura del Forlanini, ma presso la struttura dell’azienda San Camillo”.