Alleanza Verdi e Sinistra, in collaborazione con Roberto Salis, ha deciso di candidare sua figlia Ilaria alle prossime elezioni europee. Il fatto è stato confermato da Nicola Fratoianni ed Angelo Bonelli dell’Alleanza Verdi Sinistra. Ilaria è attualmente detenuta in Ungheria in condizioni che sono ritenute violative dei diritti umani. Fratoianni e Bonelli hanno dichiarato che questa decisione è finalizzata a proteggere i diritti e la dignità di Ilaria e ad affrontare l’inerzia delle autorità italiane nel cercare di ottenere la sua rapida scarcerazione o il regime degli arresti domiciliari, negati dalla recente decisione dei giudici ungheresi.

La candidatura di Ilaria Salis è vista come un’opportunità per promuovere una battaglia a livello europeo per difendere lo Stato di Diritto e i diritti umani fondamentali in tutti gli stati membri. Si auspica che questa iniziativa porti al futuro Parlamento europeo proposte legislative per garantire i diritti delle persone coinvolte in procedimenti penali in tutta l’Unione Europea. È prevista una conferenza stampa nei prossimi giorni per discutere ulteriormente questo argomento.

Secondo quanto riportato da Il Foglio, Ilaria Salis potrebbe ottenere un posto da capolista nel Nord Ovest. Si prevede che il corpo diplomatico italiano autenticherà la firma per l’accettazione della sua candidatura.

Roberto Salis ha sottolineato che la decisione di sua figlia non è una fuga dal processo, ma è finalizzata a garantire i suoi diritti. Meloni, premier, ha commentato che la candidatura di Ilaria Salis non influenzerà il lavoro del governo, ribadendo che la politicizzazione della vicenda non è utile.