Nella serata di ieri, venerdì 8 dicembre, un devastante incendio ha colpito l’Ospedale San Giovanni Evangelista di Tivoli, causando la morte di quattro persone e lasciando due individui gravemente feriti. Le vittime, due uomini e due donne anziane, sono state sottoposte ad autopsia per determinare le cause dei decessi. Tuttavia, sembra che almeno uno di loro non abbia perso la vita a causa delle fiamme che hanno dilaniato il terzo piano interrato dell’ospedale, ma sia stato colpito da infarto.

Le operazioni di soccorso sono state complesse, con la polizia e i carabinieri di Tivoli che hanno svolto un ruolo cruciale nella fase iniziale di evacuazione dei pazienti, tra cui sette bambini. L’incendio si è sviluppato al terzo piano interrato, coinvolgendo anche i piani superiori che ospitano l’obitorio, la radiologia e il pronto soccorso. Più di 200 pazienti sono stati trasferiti in altre strutture, mentre la palestra comunale è stata adattata per affrontare l’emergenza.

Le indagini sono ancora in corso, con i vigili del fuoco che stanno ispezionando gli ascensori e l’intera struttura evacuata risulta inagibile. Si prevede un sopralluogo nei prossimi giorni, una volta che l’ambiente si sarà raffreddato, per stabilire le cause dell’incendio. Le prime informazioni suggeriscono che le fiamme potrebbero essere partite dagli ambulatori situati al piano -3 dell’ospedale, raggiungendo poi il pronto soccorso e la Terapia intensiva.