Il processo di spoglio delle schede elettorali per le elezioni regionali in Sardegna procede a rilento, con nessun dato ufficiale ancora fornito dalla Regione a due ore e mezza dall’inizio delle operazioni.

Nonostante l’assenza di dati ufficiali, emergono informazioni non ufficiali dai partiti attraverso i loro rappresentanti presenti nei seggi. Secondo i dati forniti dal Movimento 5 Stelle, la candidata del campo largo a trazione M5S-PD, Alessandra Todde, sarebbe in vantaggio su Paolo Truzzu del centrodestra in quattro sezioni a Cagliari e una a Porto Torres. Al terzo posto si colloca Renato Soru con la Coalizione sarda, mentre in ultima posizione figura Lucia Chessa di Sardigna R-esiste.

I seggi sono stati aperti questa mattina alle 7 per avviare le operazioni di scrutinio delle schede elettorali in Sardegna, dove ieri si è votato per eleggere il governatore e rinnovare il consiglio regionale. I componenti delle 1844 sezioni hanno a disposizione 12 ore, fino alle 19, per completare tutte le attività e ottenere i risultati.

Qualora alcune sezioni non terminino il lavoro entro l’orario stabilito, i plichi contenenti le schede e i registri verranno chiusi all’interno delle buste sigillate e trasferiti ai tribunali delle circoscrizioni territoriali, che completeranno le operazioni e verificheranno tutti i risultati. La situazione rimane quindi in evoluzione, con l’attesa dei risultati definitivi che dipenderà dalla conclusione delle operazioni di scrutinio in tutte le sezioni.