Durante il loro incontro a Bruxelles, Giorgia Meloni ha cercato di convincere Mateusz Morawiecki a condividere le conclusioni del Consiglio dell’UE riguardo alla questione dei migranti. Nonostante le divergenze, Meloni ha dichiarato di comprendere le ragioni della Polonia e dell’Ungheria, che difendono i propri interessi nazionali. I due leader politici hanno una relazione di amicizia e affinità politica, che sarà rafforzata durante il loro incontro bilaterale a Varsavia. I temi al centro dei colloqui includono la cooperazione bilaterale, la sicurezza, la difesa e le questioni all’ordine del giorno dell’UE, su cui Roma e Varsavia sono costantemente in discussione. Uno dei principali argomenti sarà la questione dei migranti e la protezione delle frontiere esterne dell’UE. La Polonia si oppone al principio di solidarietà obbligatoria e sta considerando di indire un referendum sul tema. La Polonia sostiene che la priorità dovrebbe essere la protezione delle frontiere esterne dell’UE, e che la cooperazione tra gli Stati membri è fondamentale in questo settore. Le elezioni che si terranno in Polonia e in Spagna potrebbero influenzare gli scenari politici in vista delle elezioni del Parlamento europeo nel giugno 2024. In Italia, la corsa elettorale è già iniziata, ma il centrodestra non è ancora completamente unito sulle strategie da adottare. Giorgia Meloni non si è ancora pronunciata sul dibattito e il suo partito, Fratelli d’Italia, segue la situazione con cautela. Tuttavia, è esclusa un’alleanza con i socialisti, mentre la possibilità di collaborare con Identità e Democrazia non è ancora stata discussa approfonditamente. Il partito di Meloni ritiene che sarà necessario valutare i risultati delle elezioni prima di prendere decisioni definitive.