Meta, proprietario di Facebook, licenzia 11.000 persone. Ad annunciarlo la stessa azienda in un comunicato. “Oggi condivido alcuni dei cambiamenti più difficili che abbiamo fatto nella storia di Meta – ha scritto il capo dell’azienda Mark Zuckerberg in un messaggio ai dipendenti- Ho deciso di ridurre le dimensioni del nostro team di circa il 13% e di separarci da 11.000 dipendenti di talento”. Poi Zuckerberg ammette come il suo eccessivo ottimismo sulla crescita abbia portato a un eccesso di personale in Meta. Dicendosi responsabile per i passi falsi della società, Zuckerberg ha poi annunciato che Meta avvierà un taglio della forza lavoro da mercoledì.